Sito Futura Academy corso CNCPianificato un nuovo corso per Futura Academy, come sempre legato a tutto ciò che riguarda il mondo hardware ma leggermente differente dai corsi di progettazione fin qui proposti come EAGLE e OrCAD, infatti verterà sull'incisione di PCB mediante la CNC di Futura Elettronica. I concetti illustrati saranno immediatamente applicabili sia alla realizzazione di stampati elettronici che all'incisione di legno, alluminio e così via!!

Principalmente il corso si pone come obiettivo quello di avvicinare gli utenti al kit CNC proposto da Futura Elettronica, che comprende:

- la meccanica (struttura in PVC), 

- la scheda di gestione degli assi, 

- le alimentazioni, 

- l’elettromeccanica associata come elettro-mandrino e trasformatore,

- la scheda USB per un controllo migliore di tutto il sistema. 

La CNC è un valido strumento per tutti gli utenti che vogliono realizzare i propri PCB (Printed Circuit Board) “home made”, infatti è possibile incidere board di vario genere sia in tecnologia “Through Hole Technology” (THT) che “Surface Mount Technology” (SMD), sia mono-faccia che bi-faccia; in più è possibile anche incidere legno, plastica e alluminio, da questo si può comprendere la versatilità di un tale strumento e le 'infine' possibilità di utilizzo. Trovate la pagina per l'acquisto della versione completa della CNC al seguente link.

Per qualsiasi dettaglio/chiarimento aggiuntivo, fate riferimento alla pagina ufficiale del corso oppure potete postarli direttamente sul forum ufficiale.

 

Corso EALGE in due giornate

Era da tempo che raccogliendo i pareri e le richieste degli utenti del corso EAGLE presso Futura Academy mi ero ripromesso di aggiornare e stravolgere il corso per renderlo ancora più completo e orientato alla necessità di approfondimenti di argomenti riguardanti i circuiti stampati.

Proprio per rispondere a tali necessità/richieste, oggi ho rivisto il corso dividendolo in due giornate per meglio affrontare l'intero ciclo di progettazione e sviluppo di una board, sia essa per uso hobbistico che industriale, affrontando tematiche legate alla standardizzazione e alle "best practice" per fornire agli utenti tutti gli strumenti utili alla realizzazione di un circuito stampato il più "producibile" possibile in base alle necessità di prodotto.

Quindi verranno presentai concetti orientati all'apprendimento del tool EAGLE ma anche concetti di nauta generale, dalla standardizzazione alla gestione della componentistica, ad accortezze da tenere per il piazzamento e lo sbroglio di circuiti stampati, passando per piani diffusi, BOM e molto altro. Per maggiori dettali riguardo le due giornate di corso, si faccia riferimento ai seguenti link:

1 - EAGLE – SCHEMATIC AND LIBRARY

2 - EAGLE – BOARD AND INDUSTRIALIZATION

Per meglio illustrare i passaggi della toolchain di EAGLE, verrà presentato un progetto pratico dal nome “Freedomino”, che verterà sulla progettazione di una scheda elettronica “Arduino compatible” con un micro Atmel, nello specifico l’Atmega328P. Il nome di questa board deriva principalmente dalla presenza sulla scheda di un componente con vari DOF (degrees of freedom – gradi di libertà) ovvero con accelerometro, giroscopio e magnetometro; in aggiunta, tra le altre caratteristiche sarà presente la possibilità di un log mediante uSD e ricarica di una batteria LiPo, che forniscono ampie applicazioni nel campo della robotica, IMU (Inertial Measurement Unit) e modellismo dinamico. Il progetto pratico è stato ideato per meglio presentare le nozioni di standardizzazione componentistica e ottimizzazione schematici. Presto saranno disponibili maggiori aggiornamenti.

Per maggiori dettali non esitate nel contattarmi.

 

Settima Puntata Corso MPLabX

Questo mese in edicola continuiamo la scoperta del nuovo ambiente di sviluppo integrato prodotto e distribuito da Microchip TechnologyMPLab X che soppianta il vecchio MPLab IDE. L'ottava puntata viene pubblicata sul numero 197 di Elettronica In del mese di Luglio/Agosto 2015, scritta in collaborazione con Francesco Ficili.

Nelle ultime due puntate abbiamo spostato la nostra attenzione sugli stack open source forniti a supporto degli sviluppatori che intendono sviluppare applicazioni con PIC32 e con la toolchain di sviluppo open source di Microchip. In particolare abbiamo dapprima analizzato lo stack USB, che si compone di una parte device e di una parte host. In questa ottava puntata analizziamo un altro potente e complesso stack open source di Microchip: lo stack TCP/IP. Come esempio pratico realizzeremo un semplice web server embedded.

Nel pacchetto Microchip Libraries for Applications (MLA) insieme allo stack USB già utilizzato e ad altri stack e librerie non trattate in questo corso, viene fornito un completo stack TCP/IP integrabile in progetti che fanno uso di microcontrollori Microchip (PIC18, PIC24/dsPIC e PIC32). Lo stack supporta diverse configurazioni hardware, permettendo di utilizzare sia i moduli interni presenti su PIC18 e PIC32, come anche i controller esterni ENC28J60 (10Base-T) ed ENC624J600 (10/100Base-T).

Seguiteci in questa nuova e sorprendente puntata.

Settima Puntata Corso MPLabX

Ultima puntata su rivista del corso che ci ha portato alla scoperta del nuovo ambiente di sviluppo integrato prodotto e distribuito da Microchip TechnologyMPLab X che soppianta il vecchio MPLab IDE. La Nona puntata viene pubblicata sul numero 198 di Elettronica In del mese di Settembre 2015, scritta in collaborazione con Francesco Ficili.

Con la scorsa puntata abbiamo concluso il nostro viaggio alla scoperta di MPLab X, analizziando un altro potente e complesso stack open source di Microchip, lo stack TCP/IP, e presentato un esempio pratico di un semplice web server embedded.

Come ormai noto, una scheda di sviluppo di un microcontrollore, identificata anche come “evaluation board” o “demo board”, è un circuito stampato che ospita un particolare microcontrollore e la logica di supporto necessaria per consentire a un utente di poter scoprire le sue funzionalità e imparare a programmarlo. Perciò la ragione principale per l'esistenza di una scheda di sviluppo è esclusivamente quella di fornire un sistema per imparare a usare un nuovo microcontrollore e non per l'intrattenimento, infatti contiene poco o nessun hardware dedicato come interfaccia utente e tutto il superfluo viene eliminato, anche per contenere i costi.

In questa ultima puntata focalizziamo la nostra attenzione sulla DemoboardPIC32, una evaluation board, progettata e realizzata appositamente per questo corso. Integra tutte le varie periferiche presentate durante il corso e ne aggiunge delle altre, per dare la possibilità all’utente finale di poter realizzare le applicazioni più disparate, costruendole attorno ai PIC32. 

Dopo l'uscita di quest'ultima puntata, l'intero corso presentato sarà disponibile sul sito di Elettronica In come download gratuito.

Buona lettura!!

Settima Puntata Corso MPLabX

Questo mese in edicola continuiamo la scoperta del nuovo ambiente di sviluppo integrato prodotto e distribuito da Microchip TechnologyMPLab X che soppianta il vecchio MPLab IDE. La settima puntata viene pubblicata sul numero 196 di Elettronica In del mese di Giugno 2015, scritta in collaborazione con Francesco Ficili.

Abbiamo analizzato con la precedente puntata un argomento molto rilevante che riguarda una tra le più comuni e utilizzate periferiche: l’USB Device; approfondendo come realizzare una applicazione USB device su PIC32. Per fare tutto ciò ci siamo serviti dello stack USB open source di Microchip e dello scheduler introdotto nella puntata cinque.

In questa settima puntata ripercorriamo gli stessi passi della precedente ma utilizzando lo stack USB Host. L’applicazione di esempio che andremo a realizzare ci permetterà di loggare su una comune chiavetta USB la tensione letta su un canale analogico collegato a un potenziometro.

Buona divertimento e buona lettura!!!

Iscriviti alla Newsletter

About the Author

Vincenzo GermanoLe mie passioni sono la progettazione hardware e la scrittura firmware. Seguo il mondo dell'Open Source e credo fermamente che la condivisione della conoscenza e il confronto costante siano due elementi fondamentali per la crescita di ogni individuo.