Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Esperienze

Da Ottobre 2013

Azienda: DENSO Thermal Systems S.p.A

Settore: Automotive

Professione: Hardware Development Leader

Mansioni e Responsabilità: Responsabile di sviluppo hardware di centraline clima per auto. Gestione gruppi di lavoro, coordinamento attività di sviluppo hardware, gestione costi di progetto e selezione componentistica, gestione prototipazione e industrializzazione del prodotto. Standardizzazione della documentazione dalla fase di RFI alla fase d'industrializzazione.

 

Da Marzo 2015

AziendaFutura Group

Settore: Elettronica

Professione: Relatore/Formatore

Mansioni e Responsabilità: relatore per corsi di formazione (OrCAD, EAGLE e CNC) in ambito elettronico per "Futura Academy".

 

Da Marzo 2014

Azienda: Futura Group

Settore: Elettronica

Professione: Autore/Giornalista

Mansioni e Responsabilità: scrittura di articoli e corsi per la rivista "Elettronica In".

 

Da Aprile 2013 a Maggio 2016

Azienda: Inware Edizioni srl

Settore: Elettronica

Professione: Autore/Giornalista

Mansioni e Responsabilità: scrittura di articoli per le riviste "Fare Elettronica" e "Firmware".

 

Da Giugno 2012 a Ottobre 2013

Azienda: Altran Italia (oggi Capgemini Engineering)

Settore: Automotive

Professione: Consulente

Mansioni e Responsabilità: progettista hardware per DENSO Thermal Systems S.p.A., dalla selezione dei componenti da utilizzare alla loro valutazione economica, dalla prototipazione hardware all'industrializzazione del progetto e scrittura specifiche.

 

Da Maggio 2011 a Maggio 2012

Azienda: Università degli Studi di Perugia (DIEI)

Settore: Brain-Computer Interface (BCI)

Professione: Ingegnere Elettronico

Mansioni e Responsabilità: progettista hardware/software di un sistema embedded dedicato al ripristino di percorsi neurali interessati da traumi, si veda il progetto realizzato "Ripristino di percorsi neurali".

 

Da Giugno 2011 a Aprile 2012

Azienda: TDS - Thecno Display Solutions S.r.l.

Settore: Display a LED

Professione: Ingegnere Elettronico

Mansioni e Responsabilità: sistemista hardware/software per applicazioni Client/Server dedicate alla gestione di pubblicità su display a LED.

 

Da Gennaio 2011 a Febbraio 2011

Azienda: Futura S.r.l. (Gruppo esc)

Settore: Ambiente/Territorio

Professione: Ingegnere dell'Informazione specializzato in elettronica

Mansioni e Responsabilità: stesura della relazione tecnica relativa alla sensoristica per un "modello di utilità" di una stazione di rifornimento carburante ecologica.

 

Da Luglio 2010 a Gennaio 2011

Azienda: Università degli Studi di Perugia (DIEI)

Settore: Ion Mobility Spectroscopy (IMS)

ProfessioneIngegnere dell'Informazione specializzato in elettronica

Mansioni e Responsabilità: messa a punto di un CAD per simulazione microfluidica di canali microlavorati per photoionization detection (PID) e Ion Mobility Spectroscopy (IMS).

 

 

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Competenze

Un "breve" punto di vista sulle competenze!!

Come si legge in un rapporto del World Economic Forum (WEF), in cui vengono definite le 16 competenze più critiche del 2020, 10 delle 16 sono competenze trasversali, perciò le abilità tecniche da sole non bastano più e le capacità cognitive/comportamentali saranno sempre più interessanti per i datori di lavoro. 

Le "competenze trasversali", anche note in inglese come "soft skills", in senso generale, riguardano quelle qualità personali, doti relazionali ma anche l’atteggiamento in ambito lavorativo ed inclinazioni personali difficili da acquisire e anche da misurare, perciò l’esatto contrario delle hard skill, ovvero le competenze tecniche, definite e più facilmente misurabili. Com'è facile immaginare, è molto più semplice insegnare ad una persona l’utilizzo di un qualsiasi software o di uno specifico macchinario, che insegnargli ad esempio ad essere propositivo, positivo o risolutore di problemi. Perciò in generale si tratta di competenze comportamentali/relazionali che caratterizzano una specifica persona ma indicano anche il modo in cui si pone rispetto al contesto lavorativo nel quale opera, ecco perché fondamentali per potersi rapportare in modo ottimale. Tali competenze sono legate all'ambiente socio-culturale in cui si cresce ma anche alla serie di comportamenti ed esperienze di vita lavorativa e non.

Proprio per questo, nel mio percorso "di vita", sono stato sempre positivo e propositivo nell'intraprendere e cimentarmi con quante più esperienze possibili sia curriculari che extracurriculari, credendo fortemente al loro impatto formativo e arricchente per il mio background, infatti mi hanno permesso di sviluppare sia le capacità soft già esistenti, che di acquisirne di nuove. Nel tempo ho imparato a vedere il lavoro, non solo come un insieme di attività da eseguire "meccanicamente" ma formato da aspetti più intangibili e più complicati, dando un focus particolare a competenze come autonomia, capacità di adattamento, precisione ed attenzione ai dettagli, tenersi aggiornati, impegno e dedizione, lavorare in team e altro; alla luce di questo, diventa assolutamente necessario non solo investire tempo/sforzi nell’accrescere le nostre conoscenze tecniche ma anche lavorare costantemente su noi stessi per riuscire ad adattarci meglio nel contesto in cui ci troviamo e cercare di fronteggiare le sfide che il nostro percorso lavorativo ci porrà negli anni a venire!!

 

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Ing. Vincenzo GERMANO

Quando all’età di 8 anni riceve e smonta il suo primo computer, comprende immediatamente quale sarà la sua passione per la vita: l’elettronica. Mosso dalla sete di sapere e dalla curiosità verso il mondo dell’elettronica, approfondisce le sue conoscenze nella progettazione e modifica di sistemi elettronici; dedica il suo tempo libero a smontare e riparare apparecchiature di qualsiasi genere, studiando soluzioni utili per i sui progetti futuri.

Terminato il Liceo Scientifico, la scelta dell’Università è scontata e all’età di 18 anni parte per Perugia, dove frequenta e completa prima la laurea in Ingegneria dell'Informazione (con specializzazione id elettronica) triennale e poi la specialistica (con specializzazione in microelettronica). In questi anni ha la possibilità di coltivare nello specifico tutte le sue competenze d’interesse, ha modo di confrontarsi con tecniche di realizzazione dei circuiti stampati e aggiungere nuove competenze come la progettazione/scrittura software e firmware; realizza sistemi di vario genere, sia personali che universitari. 

Al completamento dell’Università riceve dei finanziamenti dalla Regione Umbria per collaborare con l'Università degli studi di Perugia, dipartimento d’Ingegneria Elettronica e l'USF (University of South Florida - Tampa) nel realizzare “un sistema embedded dedicato al ripristino di percorsi neurali interessati da traumi”. Per poter realizzare un simile dispositivo, acquisisce le conoscenze per la trattazione dei segnali neurali dal punto di vista elettrico, sui percorsi dell’informazione neurale e sulle modalità con cui avviene la propagazione dei segnali neurali all’interno del cervello. Con le competenze necessarie per estrarre correttamente l’informazione da elettrodi impiantati nel cervello, passa alla progettazione e poi alla realizzazione di un sistema che contiene al proprio interno sia l’interfaccia con il mondo biologico che la logica necessaria per ristabilire opportunamente i percorsi neurali danneggiati. Grazie a tale percorso apprende le competenze a livello di progettazione analogica (per il front-end di lettura del segnale) e digitale (per la successiva elaborazione e creazione degli impulsi neurali).

Nel 2012, dopo aver terminato i progetti universitari, si trasferisce a Torino per cambiare settore e lavorare nel mondo Automotive. Prima come progettista elettronico e oggi come responsabile dello sviluppo hardware di centraline per auto presso la DENSO Thermal Systems, ha modo di arricchire le sue competenze dal punto di vista del prodotto, della sua qualificazione e industrializzazione, ricoprendo l’intero ciclo di sviluppo hardware dalle specifiche all’industrializzazione finale e gestione costi.

Collabora costantemente con riviste di settore del panorama italiano, alcuni esempi sono Elettronica In e il Giornale dell'Ingegnere. Si occupa di formazione in ambito elettronico, principalmente in collaborazione con Futura Academy, proponendo i corsi di OrCAD, EAGLE schematici e librerie, EAGLE board e industrializzazione, e infine CNC di cui è relatore.

Iscritto all'Ordine degli Ingegneri di Torino, matricola 14247, componente della Commissione Innovazione, Commissione Ingegneria Forense e Commissione Giovani Ingegneri.

 

 

Riguardo l'autore

Ing. Vincenzo GERMANO

Credo fermamente che il miglioramento continuo, la condivisione della conoscenza e il confronto costante siano degli elementi fondamentali per la crescita di ogni individuo. Ad meliora et maiora semper!!

Ultime Notizie

30 December 2021
25 August 2021
20 August 2021

Search